le mille facce del ragu'

Pubblicato il da afrodite

Certo a primavera forse ci si aspettano ricette con verdure, fresche e leggere, ma ieri la metereologia mi ha aiutato(tempo brutto, non caldissimo,pioggerella che non invitava ad uscire), e il mio congelatore mi ha proposto della carne macinata che stava li' da troppo tempo e un paio di ottime salsiccine, poi la mia passione per il ragu' e i suoi mille possibili usi ha fatto il resto. Dunque, soffriggere per una decina di minuti un bel trito non troppo fine di una grossa carota, una costa di sedano il cui peso non deve superare i tre quarti di quello della carota, un paio di cipolle rosse di media grandezza, 5 o 6 aghi di rosmarino e 5 o 6 foglie di salvia in un bel fondo di olio e. v.  Deve rosolare bene a fuoco vivo; al momento in cui comincia a fare quel bel suono di sfrigolio e si imbiondisce leggermente, aggiungere la carne macinata(circa 1\2 kg) ed un paio di buone salsicce toscane. Io prima di aggiungere la carne la salo e la pepo e ci grattugio sopra una bella spolverata di noce moscata. Girare con un mestolo per sfare bene i grumi di carne, il tutto a fuoco vivo per non farla lessare. Continuare a fuoco moderato finche' non comincia di nuovo a sfrigolare e, un attimo prima di farla attaccare al fondo della pentola, versare un po' meno di mezza bottiglia di buon Chianti. Far evaporare a fuoco vivo finche' non si sente piu' l'odore del vino e la carne ha preso un bel colore rosso scuro , quindi abbassare a mezza fiamma ed aggiungere mezzo tubetto di concentrato di pomodoro (triplo) sciolto in tre quarti di litro di acqua caldissima . Incoperchiare e cuocere girando ogni tanto finche' il liquido non e' ridotto tanto che insieme al fondo di cottura formera' una bella cremina densa(ci vogliono circa due ore dall'aggiunta dell'acqua). Il ragu' e' molto piu' buono se mangiato il giorno dopo, oppure la sera se fatto la mattina.
                       E ora che ci faccio con tutto questo ragu'?
In realta', per quanto tanto sia, a casa mia non basta mai, ma ecco come mi piace di piu'. lasagne, naturalmente, ma soprattutto maccheroni al forno; crostoni di pane abbrustolito,meglio se inzuppato in un buon brodo di carne; pasta(tagliatelle), e il fondo che resta lo utilizziamo per zuppare il pane in caso di fame fuori programma.
                      Variazioni sul tema
La ricetta che ho scritto e' una mia rielaborazione della classica del ragu' toscano; ce ne sono versioni diverse in ogni regione di Italia o meglio in ogni citta', e per questo tornero' su questo argomento in un orario piu' decente.
Chi lo prova mi aggiorni sul risultato .
Ah, dimenticavo mezza bacca di ginepro aggiunta al soffritto, e' il mio tocco in piu', e lo rende, diciamo, piu' "toscaneggiante".

Commenta il post

afrodite 04/23/2009 18:50

grazie penny, sei sempre molto carina,mettero' presto le foto, saluti a ulisse.

penelope 04/23/2009 00:45

Molro interessante, sarebbe bello vedere delle foto!