Pane fatto in casa!!!

Pubblicato il da afrodite















....E senza macchina del pane !!!
Si sente profumo di fornaio che si spande per tutto il condominio !!!
Che meraviglia far uscire dal forno tutto questo ben di Dio e vedere le facce stupite e felici degli ospiti... E c'e' chi ti dice che si ricorda il pane della nonna, c'e' quello che ti chiede come hai fatto , c'e' quello che semplicemente assaggia e sospira, e tutto questo ti ripaga ampiamente della fatica , se di fatica si puo' parlare trattandosi,poi, alla fine, di fare una cosa che ti piace da morire, di mettere in pratica la tua grande passione . Eh si' perche' tutto cio' che e' "cucina" mi appassiona, ma gli impasti li adoro proprio . E' l'idea di creare qualcosa dal niente che mi fa impazzire ; cioe', una fetta di carne, un pezzo d'arrosto, un piatto di pasta, nascono gia' come tali, si possono rendere buoni , ottimi , originali , si puo' creare un abbinamento, inventare una ricetta, ma si tratta di lavorare sempre su qualcosa che ha gia' una sua entita' , qualcosa che gia' esiste. Invece se prendi acqua, farina, lievito, olio e sale e li metti insieme nel modo giusto, crei un'entita' che prima non c'era, crei della materia nuova, con le tue mani, con la tua testa... E poi puoi dare nuova forma a cio' che fai, metterci dentro sempre qualche cosa di piu' che parla di te.
Quindi stavolta ho preso 750 gr di farina 0, due cucchiaini di sale fino, due bei cucchiai pieni di olio e.v. d'oliva di quello buono, 250 gr di acqua tiepida in cui ho sciolto 15 gr di lievito di birra in panetto, un cucchiaino colmo di zucchero semolato , ed ho impastato tutto con le mani fino a che la pasta non ha smesso di attaccarsi alle dita e non e' diventata omogenea, liscia ed elastica. L'ho poi messa a riposare vicino alla finestra dove batteva il sole, coperta da un canovaccio umido e l'ho lasciata lievitare per due ore.  Dopo questo tempo l'ho lavorata di nuovo, con le mani unte d'olio, ed ho dato al pane la forma che desideravo; l'ho appoggiato sulla placca del forno ed ho lasciato lievitare ancora per una quarantina di minuti, dopodiche' ho infornato a forno gia' caldo per circa venti-venticinque minuti a 220°c.


Commenta il post